La tua Consulta

Sede della Consulta

La sede della Consulta di quartiere 4b è in via Guasti 12.

Il mercoledì dalle 8.30 alle 10.30 e il sabato dalle 10.30 alle 12.30 è possibile incontrare il Presidente o i Componenti della Consulta presso la sede.

In ogni caso è possibile prenotare un incontro scrivendo a: scrivi@b4padova.it

Come nascono le Consulte

Le circoscrizioni di decentramento comunale sono state soppresse per i Comuni inferiori a 250.000 abitanti dalla L. 23.12.2009 n. 191 “Legge Finanziaria 2010” (art. 2, comma 186 lett b), come modificata dalla Legge 26.3.2010 n. 42 all’art.1, comma 2. In conseguenza di ciò nel maggio 2014 è terminata la più che trentennale esperienza dei Consigli di Quartiere di Padova.

L’amministrazione comunale di Padova, come molti altri Comuni, hanno deciso di ripristinare, sotto altra forma e con altre caratteristiche, l’esperienza positiva di decentramento puntando sul concetto di partecipazione.

Con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 44 dell’11.9.2017 “Mozione: Istituzione di organismi di Quartiere” ed il successivo Argomento di Giunta n. 365 del 22.12.2017 “Consulte di Quartiere. Proposta. Atto d’indirizzo” si è dato avvio al riconoscimento della valenza di forme di rappresentanza dei cittadini che costituiscano espressione dei singoli territori di Padova e in attuazione alle linee strategiche di mandato 2017- 2022, secondo il metodo del buon governo, si sta ora concretizzando un ulteriore passo avanti verso la “Città dei Quartieri” con l’istituzione delle Consulte di Quartiere, organismi di partecipazione popolare. Le Consulte di Quartiere, hanno l’obiettivo di favorire la partecipazione attiva alla vita della nostra città, di coinvolgere un ampio numero di persone, abitanti o operanti nel territorio di riferimento, nelle scelte che riguardano i singoli rioni, nella gestione dei beni comuni, nella vita sociale e culturale del singolo quartiere e di farsi da tramite per un più rapido e diretto collegamento tra l’Amministrazione Comunale e la popolazione e viceversa. Compito delle Consulte è la regolare convocazione delle persone e delle associazioni presenti all’interno del territorio di riferimento. Sono proprio le comunità che abitano o esercitano la propria attività di lavoro o già impegnate in un’Associazione operante nei rioni, infatti, i migliori esperti del territorio, capaci di far emergere soluzioni creative ai problemi che le riguardano. Le istanze, le progettualità, le problematiche, le soluzioni e le risorse presenti nei territori dovranno trovare per mezzo delle Consulte Tavoli di confronto e luoghi di accoglienza e trasformarsi in proposte operative per l’Amministrazione con la quale, grazie alle Consulte, potranno confrontarsi di volta in volta per rendere più precisa e più efficace l’azione amministrativa d’intervento.

Regolamento delle Consulte

Le Consulte di Quartiere, che trovano il fondamento giuridico negli articoli 12, 20 e 21 dello Statuto comunale, necessitano di un Regolamento comunale che disciplini l’organizzazione e le funzioni quale strumento normativo efficace e di agevole applicazione, sintesi di proficuo lavoro di partecipazione, consultazione e contributo di gruppi di Cittadini, delle parti politiche, dei Componenti della Prima Commissione Consiliare e promosso dall’Assessore al Decentramento con il Settore Servizi Demografici Cimiteriali. Decentramento, struttura di riferimento e il Settore Servizi Istituzionali.

Il Regolamento disciplina l’istituzione delle Consulte di Quartiere, l’accesso all’albo delle disponibilità e le tempistiche, il funzionamento delle Consulte, la nomina, le dimissioni, la decadenza da componente, la forma, la validità e le votazioni, l’elezione del Presidente e dei Vice Presidenti, i compiti degli stessi, la conferenza dei Presidenti, le sedute pubbliche, le modalità e i tempi per l’esercizio delle funzioni propositive, consultive, d’indirizzo e d’interrogazione in attuazione ai processi di partecipazione attiva e diretta con l’amministrazione comunale. In particolare: nella Città, già ripartita in 6 Quartieri, verranno istituite n. 10 Consulte di Quartiere denominate:

  • nel Quartiere 1 Centro la Consulta di Quartiere 1 “Centro”;
  • nel Quartiere 2 Nord (Arcella – S. Carlo – Pontevigodarzere) la Consulta di Quartiere 2 “Arcella – San Bellino – San Carlo – Pontevigodarzere”;
  • nel Quartiere 3 Est (Brenta –Venezia) la Consulta di Quartiere 3A “Stanga – San Lazzaro – Mortise – Torre – Ponte di Brenta”
  • nel Quartiere 3 Est (Forcellini – Camin) la Consulta di Quartiere 3B “Forcellini – Terranegra – Camin – Granze”;
  • nel Quartiere 4 Sud-Est (S.Croce – S.Osvaldo) la Consulta di Quartiere 4A “Città Giardino – S. Osvaldo – S Rita – Madonna Pellegrina – Santa Croce – San Paolo”
  • nel Quartiere 4 SudEst (Bassanello – Voltabarozzo) la Consulta di Quartiere 4B “Voltabarozzo – Crocefisso – Salboro – Guizza”;
  • nel Quartiere 5 Sud-Ovest (Armistizio) la Consulta di Quartiere 5A “Mandria – Armistizio – Voltabrusegana”;
  • nel Quartiere 5 Sud-Ovest (Savonarola) la Consulta di Quartiere 5B “Sacra Famiglia – Palestro – Porta Trento”;
  • nel Quartiere 6 Ovest (Brentella) la Consulta di Quartiere 6A “Brusegana – Cave – Chiesanuova”
  • nel Quartiere 6 Ovest (Valsugana) la Consulta di Quartiere 6B “Sant’Ignazio – Montà – Sacro Cuore – Altichiero – Ponterotto”.